I cammelli di Gustavo Floberto(12)

A Louise Colet.

Domenica, una di notte del 25 gennaio del 1852.

Sposa di Maometto! Ti invio questo “Sant-Antonio”, una specie di fermacarte ed un piccolo flacone di olio di sandalo, due terzi della mia provvista. Tu ne verserai una mezza goccia su non importa chi o che cosa e subito vedrai quell’odore. Questo è il primo e il più prezioso fra i profumi dell’Oriente. Non appena ho maneggiato questo flacone, me ne è rimasto un po’ fra le mani ed il suo sentore mi ricorda i bazar del Cairo e di Damasco. Mi sembra di vedere i cammelli inginocchiarsi davanti alle botteghe aperte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...