I cammelli di Gustavo Floberto(9)

A sua madre.
Il Cairo, 2 dicembre 1849..

È al Cairo che comincia l’Oriente. Ad Alessandria ci sono troppi europei perché il colore locale possa essere bello e pure schietto. Qui almeno si incontrano meno cappelli. Andiamo in giro tra i bazar, i caouehs (caffè), i saltimbanchi, le moschee. Ci sono dei buffoni di gran valore che fanno dei lazzi di gusto sopraffino. il bazar degli schiavi è stato la nostra prima visita. Bisogna vedere che disprezzo hanno verso la carne umana. Il socialismo non vive da questi parti . Sono pieno d’ammirazione per i cammelli che traversano le strade, e si coricano nei bazar tra le botteghe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...