C’è un dio in loro

22ec0a

I più pericolosi, quelli che provocano guasti e sconquassi, quelli che andrebbero silenziati immantinente, senza por tempo di mezzo, ché si credono, lorsignori, di essere gravidi di un dio, e, per sovrappiù, da esso divinamente ispirati. E, in nome di quel dio che gli si agita dentro,

sempre pronti ad offrire il peggio di sé. Gli entusiasti, quelli che, dice Kundera, sono “convinti di avere scoperto la strada per il Paradiso. Essi difesero con coraggio quella strada, giustiziando per questo molte persone. In seguito, fu chiaro che il paradiso non esisteva e chi gli entusiasti erano assassini” (  da “L’insostenibile leggerezza dell’essere”). Ma anche Gadda di loro conciona in “Eros e Priapo” definendoli giustamente ” Gli entusiasmati a delinquere”, vale a dire “La trista mafia”. È certo comunque: grazie alla loro sovrabbondanza numerica,  né con un bang, né con un soffio, ma in mezzo a gridolini estatici da groupies in fregola, periremmo  tutti gioiosamente, tra effetti speciali e biscotti dietetici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...