Scritte

Poi adesso, ogni volta che nasce un bambino, ci sono quelle scritte enormi, su terrazze e portoni, a caratteri cubitali, con il kitsch cromatico che, minaccioso come una querela, annuncia, all’inclito  e curioso volgo, il genere del neonato. Il gigantismo dei caratteri, usati alla bisogna, è inversamente proporzionale al numero delle nascite. Meno ne facciamo e più ci allarghiamo ( con le scritte, s’intende).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...