Gli orsi di Gustavo Floberto(13)

A Louise Colet.

Croisset, sabato notte, 1 febbraio 1852.

Ciò che faccio oggi, io lo farò domani e l’ho già fatto ieri. Sono sempre la stessa persona da 10 anni a questa parte. È capitato che la mia organizzazione sia un sistema. Questo è avvenuto non in maniera intenzionale, ma per quella inclinazione delle cose  che fa sì che l’orso bianco abiti i ghiacciai ed il cammello cammini sulla sabbia. Sono un uomo-penna. Sento attraverso di essa, per causa sua, in rapporto ad essa, e molto di più con essa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...